News

Tumori Midollari

Un tumore del midollo spinale è una lesione la cui crescita è all'interno o intorno al midollo spinale. Possono essere tumori benigni o lesioni tumorali maligne.

In base alla sede della lesione si dividono in:

- Neoplastie extradurali

- Neoplasie intradurali extramidollari

- Neoplasie intradurali-intramidollari

I Tumori del midollo spinale sono molto meno comuni dei tumori cerebrali. Possono essere primario secondari (metastasi).

I tumori Primari del midollo spinale possono essere maligni o beningi. Essi possono provenire da cellule all'interno o vicino al midollo spinale. Solo circa il 10% dei tumori primitivi del midollo spinale originano nelle cellule del midollo spinale. Questi tumori possono estendersi all'interno del canale vertebrale fino a bloccare la comunicazione liquorale (Cavo bloccato).

L'altro 90% dei tumori primitivi del midollo spinale originano nelle cellule vicino al midollo spinale, come quelle delle radici dei nervi spinali, delle meningi, dei nervi spinali che emergono dal midollo spinale. Meningiomi e neurofibromi, sono i più comuni tumori primari della colonna vertebrale. Sono spesso benigni.

I tumori Secondari del midollo spinale, che sono più comuni, sono generalmente metastasi di neoplasie che provengono da un'altra parte del corpo e quindi sono sempre maligne. Le Metastasi più comuni hanno origine dai polmoni, mammella, prostata, reni, o ghiandola tiroidea.

I tumori spinali

Tipo di tumore Origine Cancro Stato Le persone affette Astrocitoma Cellule perineurali Benigno/maligno Bambini e adulti Ependimoma Cell del canale centromidollare Benigno Bambini e adulti Meningioma Cellule delle meningi Spesso Benigni Adulti

Neurofibroma Cellule che supportano i nervi periferici Di solito benigni Bamb/adulti (neurofibromatosi)

Sarcoma Cellule del tessuto connettivo Maligno Bambini e adulti

Schwannoma Cel che formano la guaina mielinica Di solito benigni Bambini e adulti

Sintomi

Sintomi sono causati dalla pressione sul midollo spinale e sulle radici nervose. La compressione del midollo spinale può causare: Il mal di schiena che peggiora progressivamente, non correlato all'attività fisica. Le persone possono presentare debolezza muscolare, perdita di sensibilità in particolari zone del corpo, o

perdere la possibilità del controllo sfinterico.

Sensazione diminuita, debolezza progressiva, o paralisi in zone controllate dalle parti del midollo spinale sotto la parte che viene compressa

Disfunzione erettile

La pressione sul midollo spinale può anche bloccare l'afflusso di sangue al midollo, conconseguente morte del tessuto, accumulo di liquidi, e gonfiore (EDEMA). Accumulo di liquidi può bloccare più l'afflusso di sangue, che porta a un circolo vizioso che peggiora il danno midollare. A volte i sintomi possono peggiorare rapidamente.

Pressione sulle radici dei nervi spinali può causare dolore, intorpidimento, formicolio, debolezza nelle aree forniti dalla radice del nervo compresso. Il dolore può irradiarsi lungo il nervo con una distribuzione che varia in funzione della radice interessata. Se la compressione è continua, i muscoli interessati possono atrofizzarsi e camminare può diventare difficile.

Diagnosi

La compressione del midollo spinale da un tumore deve essere diagnosticata e trattata

immediatamente onde evitare danni permanenti.

La diagnosi è clinica (valutazione del danno neurologico) e soprattutto strumentale. La risonanza magnetica (MRI) è da considerare la migliore procedura per evidenziare le alterazioni di tutte le strutture del midollo spinale e della colonna vertebrale. Quando la RM non è disponibile, la mielografia con tomografia computerizzata (TC) può essere una possibile alternativa. Raggi X della colonna vertebrale può mostrare solo le variazioni delle ossa, e molti tumori non influenzano l'osso quando sono in una fase iniziale.

Trattamento

Se i sintomi suggeriscono che il tumore sta creando una sofferenza midollare, si inizia una somministrazione di corticosteroidi (come il desametasone) per ridurre il gonfiore.

Molti tumori del midollo spinale e della colonna vertebrale possono essere rimossi chirurgicamente.

Se i tumori non possono essere rimossi, a volte si eseguono cicli di radioterapia.

Il recupero dipende generalmente dalla rapidità del trattamento e dall’entità del danno che si è creato. La rimozione chirurgica dei meningiomi, dei neurofibromi, e di alcuni altri tumori primari del midollo spinale spesso è curativa.


Featured Posts
Archivio