Discectomia cervicale anteriore

La discectomia cervicale per via anteriore è la rimozione del disco cervicale tramite una piccola

incisione cutanea lineare paramediana destra a livello del disco interessato. Questo permette la

decompressione e liberazione del midollo spinale e della radici nervose.

Dopo che il disco è stato rimosso, si posiziona un innesto a livello dello spazio discale per

mantenere l’allineamento dei corpi vertebrali. L’innesto (spesso un gabbietta in PEEK riempita di

tricalciofosfato) favorisce la fusione dei due corpi vertebrali contigui. A volte si posiziona una

placca in metallo (titanio) per unire i corpi vertebrali cervicali.

Indicazioni alla discectomia cervicale anteriore

- Cervicobrachialgia con deficit stenico ad un braccio dovute ad ernie discali cervicali.

(dolore al collo alla spalla ed al braccio con distribuzione che dipende dalla radice nervosa

compressa)

- Mielopatia spondilogena cervicale con difficoltà di deambulazione e difficolta alla

manipolazione degli oggetti.

Piu raramente

- Fratture – tumori – infezioni del collo e della colonna

 

 

 

 

 

 

 

Tecnica chirurgica

In anestesia generale si esegue incisione lineare destra al collo a livello del disco malato. Aperto il

mm platisma con dissezione smussa si raggiunge il piano vertebrale, lateralizzando carotide e

giugulare e medializzando laringe ed esofago.

Rispetto delle linee guida

Il sito rispetta le linee guida nazionali in materia di pubblicità sanitaria, secondo gli artt. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica.

Le informazioni contenute in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo, non promozionale e non sostitutive di una visita medica.

  • Facebook Social Icon

Website design by

50.01Production & Communication Ltd.

London, UK